AL PALADOZZA VINCE IL SOCIALE

GEETIT BOLOGNA – TINET PRATA 0-3 ( 16-25; 18-25;13-25)

Bologna: Boesso, Soglia 6, Maretti 7, Bonatesta, Venturi, Cogliati, Ghezzi (L), Faiulli, Zappalà, Marcoionni 2, Dalmonte 4, Spagnol 10, Trigari Meer (L). All: Asta

Prata: Baldazzi 15, Katalan 7, Dal Col 1, Yordanov 6, Gambella 2, M. Boninfante 2, Bruno (L), De Giovanni, Lauro (L), Bortolozzo 8, Novello, Porro 14. All: D. Boninfante

La Geetit Pallavolo Bologna perde l’ultimo match casalingo dell’anno contro un’avversaria quadrata che ha saputo fare della sua battuta, la migliore del campionato, l’arma principale per vincere l’ennesima partita.

Bologna paga le numerose assenze mentre la Tinet, grazie alla prestazione di Porro e compagni,  chiude la pratica al Pala Dozza in soli 3 set. Sconfitta difficile da digerire per i rossoblu dopo un ingresso in campo nei primi parziali in cui era riuscita a far fronte al servizio e al muro avversario. 

Il match in pillole: 

La sfida parte subito intensa come entrambe  le squadre che difendono molto e procedono punto a punto, 4-4. Il turno al servizio di Soglia, con l’apporto in prima linea di Maretti regalano a Bologna l’allungo del 6-9. Ma i friulani, cinici in battuta, crescono a muro fermando il primo tempo di Capitan Marcoionni e riportando tutti in pari sul 10-10. Bologna soffre il turno al servizio prima di Katalan poi di Yordanov che firmano il break point decisivo per dominare il set, chiuso 16-25 da Baldazzi. 

Il secondo set assomiglia molto al primo, Bologna regge il gioco avversario nelle prime azioni per poi farsi sopraffare da un altro turno al servizio insidioso di Prata che questa volta porta il nome di Alberto Baldazzi (8-14). Asta cerca di scuotere i suoi con l’ingresso di Dustin Meer che vale il suo esordio, al posto di Ghezzi ma gli ospiti continuano il match galvanizzati da due elementi chiave: il servizio e il muro e si impongono per 13-23. I felsinei reagiscono accorciando il divario fino al 17-23 ma Dal Col sfrutta il match point sul 18-24 chiudendo anche il secondo parziale.

La terza frazione di gioco vede la squadra friulana partire subito calda grazie al giovane Porro incisivo sia in prima linea che dai 9 metri 4-9. Tutto il set procede a senso unico con una Bologna che fatica a far fronte al gioco avversario e non riesce a trovare certezze in ricezione come in attacco. Gli ospiti chiudono il set 13-25 con il 60% di efficacia in attacco. 

Lorenzo Maretti: “ è stata una partita difficile sotto molti punti di vista. Secondo me all’inizio siamo partiti con il giusto atteggiamento e ce li siamo lasciati scappare in un loro turno di battuta importante. Purtroppo ce la siamo giocata punto a punto solo all’inizio di tutti i set e nella fase centrale la loro qualità è venuta fuori.” 

Al Pala Dozza, però, ha vinto il sociale. Ageop ricerca ha raccolto numerosi doni per i pazienti del reparto di oncologia pediatrica ed entrambe le formazioni hanno deciso di sostenere l’iniziativa con una foto sotto rete. 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Articoli correlati

AL PALASAVENA IL SALUTO AI TIFOSI 

L’ultimo incontro della prima regular season in serie A della città delle due torri è alle porte.  Domenica 10 Aprile la Geetit Pallavolo Bologna avrà