BOLOGNA, HA LA MEGLIO GROTTAZZOLINA MA CHE BELLA PRESTAZIONE

Geetit Pallavolo Bologna- Videx Grottazzolina 1-3 ( 22-25; 23-25; 25-12; 19-25) 

Bologna: Boesso 7, Soglia 8, Maretti 12, Cogliati 3, Marcoionni 12, Spagnol 21, Zappalà, Poli (L), Bonatesta, Ghezzi n.e., Venturi n.e., Dalmonte n.e., Conci n.e., Trigari n.e.

Grottazzolina: Giacomini 1, Cubito 8, Vecchi 21, Focosi 9, Pison, Cascio 2, Lanciani 1, Mandolini 13, Marchiani 3, Perini, Romiti (L), Mercuri n.e.

Il posticipo della quinta giornata di campionato tra la Geetit Pallavolo Bologna e la Videx Grottazzolina finisce con il bottino pieno per la squadra ospite, nonostante la reazione di Bologna che insegue l’avversario e riesce ad aggiudicarsi il terzo parziale. 

Spagnol aveva chiesto proprio questo: riscattare l’incontro precedente non tanto sul risultato ma piuttosto sulla prestazione. Bologna mettere in difficoltà la squadra in vetta alla classifica (insieme a Macerata) per quasi tutta la partita riuscendo anche a mettere la firma sul terzo parziale.

IL MATCH IN PILLOLE: 

All’avvio del match Bologna parte subito aggressiva e il monster block di Boesso segna il 3-1. Grottazzolina non ci sta e con il muro prima di Focosi e poi di Vecchi trova rispettivamente la parità e il vantaggio, il primo del match (6-7). Quello significativo lo raggiunge però sul 12-15, quando Coach Asta si trova costretto a chiamare il primo time out. Con la scossa dalla panchina e l’ace di Maretti i felsinei ricuciono lo svantaggio e sarà Coach Ortenzi, questa volta, a chiamare il discrezionale sul 17-18. Si gioca punto a punto fino al 19-21 quando i marchigiani sfruttano gli errori diretti di Bologna e chiudono il set con il mani-out di Mandolini. 

Il secondo parziale riparte con una Bologna molto precisa in ricezione e cinica in attacco che riesce a mantenere il vantaggio fino a quando, la dubbia invasione aerea fischiata dagli arbitri, regala a Grottazzolina il 10-11. Si procede punto a punto per tutta la durata del set con una Bologna incisiva nel cambio palla ma fallosa sotto diversi punti di vista. Come nel finale della frazione precedente, la squadra di casa non mantiene l’intensità del gioco nelle ultime azioni e Grottazzolina, sotto 20-19, si impone con un break point che vale il 20-22. Brava a sfruttare il vantaggio chiude il set e si porta avanti 2-0.

L’andamento del match cambia completamente nel terzo frangente della partita quando il break point con il servizio di Marcoionni porta i felsinei sul 12-3. Ortenzi ha già finito i time out ma questi, uniti ai numerosi cambi, non bastano ad arginare una Bologna cresciuta sia in attacco sia a muro. Sulla scia dell’entusiasmo, i padroni di casa, chiudono il set 25-12 con l’ottima prestazione di Spagnol e compagni.

Nel quarto set la Videx entra in campo con fame di riscatto e massima voglia di chiude il match senza perdere punti importanti per la classifica. Con l’ attacco di capitan Vecchi e il sistema muro difesa cresciuto rispetto al terzo parziale Grottazzolina si porta in vantaggio, 8-11. Bologna perde certezze in attacco, cala in ricezione, a differenza del resto del match dove aveva gestito magistralmente il servizio marchigiano, e subisce uno dei vantaggi avversari più significativi dell’incontro 9-15. Grottazzolina mantiene il vantaggio e chiude il match sul 19-25 con la pipe di Vecchi lasciato muro a zero da Marchiani.

Andrea Cogliati: “ Loro sono uno squadrone e sicuramente l’assenza del loro opposto è pesante ma come dimostrato sono un’ottima formazione in ogni caso. Noi arrivavamo da una brutta sconfitta, ne abbiamo parlato e abbiamo portato il lavoro fatto in settimana in campo. Nonostante il risultato è andata bene, siamo sulla strada giusta. Per ora siamo contenti ma devono arrivare anche i punti.” 

Lorenzo Maretti: “ Ci dispiace per il punteggio ma siamo consapevoli di aver espresso un buon gioco in diversi frangenti della partita. Sappiamo che dobbiamo lavorare ancora molto ma si nota la constante crescita di cui siamo molto orgogliosi. Ora dobbiamo essere bravi ad affrontare la prossima partita nello stesso modo e lavorare bene in settimana per cercare di portare a casa punti importanti per la classifica” 

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Articoli correlati