BOLOGNA, NELLA CITTA’ DELLA PROMOZIONE PER UN ALTRO PASSO VERSO LA SALVEZZA

La sfida della review della finale promozione è alle porte e il luogo torna ad essere la provincia veneta, dove si è tenuto l’ultima sfida che ha decretato la promozione dei felsinei.

A cambiare, oltre al taraflex Credem Banca è il palazzetto, questa volta sarà la spes Arena, Domenica 23 alle ore 18:00, ad ospitare tra le sue mura la sfida tra la Da Rold Logistics Belluno e la Geetit Pallavolo Bologna. 

Le due formazioni si trovano rispettivamente all’ottavo e tredicesimo posto ma di fatto a dividerle sono solamente 4 lunghezze. Bologna vede nella sfida contro Belluno un’ulteriore prova di forza e un altro appuntamento chiave in vista della salvezza. Ogni punto andrà quindi sudato e valorizzato consci di quanto ognuno di questi abbia uno spessore determinante nella classifica generale. 

L’incontro tra le due formazioni ha sempre sorriso alla squadra emiliana, anche nella gara di andata dell’attuale campionato ma Belluno, reduce da una crescita di spessore nel corso della stagione, è motivata da una grande fame di rivalsa e di vittoria per sigillare l’attuale posizionamento in classifica e avvicinarsi al blocco della big.

Sarà importante per Bologna resettare gli incontri precedenti e aspettarsi un’avversaria rinnovata da un grande lavoro in palestra che ha permesso di limatore ulteriormente i propri punti deboli, nonostante il recente stop forzato a causa covid. 

I felsinei dovranno essere composti a muro e in difesa per arginare l’attacco avversario che vede in Graziani e Mozzato due bocche da fuoco determinanti con la possibilità di aggiungere a queste la banda bellunese Giovanni Candeago vicino alla ripresa dopo l’infortunio.

Alla fisicità e alla forza in attacco Bologna dovrà dunque rispondere con grande pazienza nei fondamentali difesivi e di conseguenza offensivi. 

Daniele Ghezzi: ” mi aspetto una partita molto impegnativa e altrettanto combattuta tra due squadre che lottano per un obbiettivo comune: aggiudicarsi da ogni sfida quanti più punti possibili. Abbiamo lavorato molto in settimana studiando il nostro sistema muro-difesa per arginare gli avversari ma soprattuto ci siamo concentrati sul nostro gioco.”

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Articoli correlati